ODM News

ENTRATA IN VIGORE NUOVO TARIFFARIO
A far data dal 16 novembre 2023 entrerà in vigore il D.M. 150/2023 con il nuovo tariffario.

Le mediazioni precedentemente depositate mantengono il vecchio tariffario.


MEDIAZIONI IN MODALITA’ TELEMATICA

L’Organismo utilizza la piattaforma SFERA dove è attivo il “Processo di firma verbale – VerbalSFERA”, accessibile con Firma Digitale oppure SPID.

Per poter usufruire del processo di firma è OBBLIGATORIO fornire alla segreteria un indirizzo e-mail e un cellulare di ogni persona che dovrà firmare.

Qui di seguito allegate le istruzioni d’uso: VERBALSFERA Guida operativa


 CREDITI DI IMPOSTA

La domanda di attribuzione dei crediti di imposta deve essere presentata tramite la piattaforma accessibile dal sito giustizia.it mediante le credenziali SPID, CIEId almeno di livello due e CNS.

Liquidazione spese di giustizia a questo link (ad oggi): https://lsg.giustizia.it/ (scegliere il pulsante di colore rosa denominato: “Istanza credito d’Imposta”)

La domanda deve essere presentata, a pena di inammissibilità, entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello di conclusione della o delle procedure di mediazione.


PATROCINIO STRAGIUDIZIALE – Utilizzo piattaforma SIAMM Liquidazione Parcelle

Vi informiamo che, in attuazione del Decreto del Ministero della Giustizia 1° agosto 2023, la Direzione Generale del Ministero ha sviluppato la piattaforma digitale per la gestione delle richieste relative al patrocinio a spese dello Stato nella mediazione e nella negoziazione assistita.

L’Avvocato che ha seguito, con esito positivo, una mediazione è tenuto a richiedere un parere di congruità all’Ordine territorialmente competente, utilizzando l’applicativo ‘Istanza patrocinio stragiudiziale’ all’interno del Portale online https://lsg.giustizia.it/, fornito dal Ministero della Giustizia.
Si ricorda che il patrocinio a spese dello Stato alla parte non abbiente è assicurato nel procedimento di mediazione nei soli casi di cui all’art. 5, co. 1, D. Lgs. 28/2010.

L’istanza di liquidazione, per la quale si richiede il parere di congruità deve essere redatta sulla base degli importi illustrati nella tabella n. 25-bis allegata al D.M. 10 marzo 2014, n. 55, ridotti della metà (art. 4, co. 1, D.M. 1° agosto 2023).

Per ulteriori informazioni sulle modalità di deposito delle istanze di liquidazione, si rimanda al “Manuale
Utente – versione 1.4 del 21/12/2023” fornito dal Ministero della Giustizia, che si allega.

Manuale Ministero


NOVITÀ IN MATERIA DI MEDIAZIONE IN VIGORE DAL 30.6.23 D. LGS. N. 28/2010 MODIFICHE IN MATERIA DI MEDIAZIONE

Novità in materia di mediazione in vigore dal 30.6.23 D. Lgs. n. 28/2010 – Modifiche in materia di Mediazione. La riforma Cartabia per l’efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie (D. Lgs. 149/2022) ha introdotto, all’art. 7, importanti modifiche al D. Lgs. 28/2010 di seguito riassunte.

Con la legge di bilancio 2023 (29 dicembre 2022, n. 197), è stata anticipata al 28 febbraio 2023 l’entrata
in vigore di alcune modifiche relative ai seguenti aspetti:
•       indipendenza del mediatore (art. 3);
•       derogabilità, su accordo delle parti, della competenza territoriale dell’Organismo di mediazione (art. 3);
•       mediazione in modalità telematica (art. 8-bis);
•       verbale conclusivo della mediazione (art. 11);
•       accordo di conciliazione sottoscritto dalle amministrazioni pubbliche (art. 11 bis);
•       conseguenze processuali della mancata partecipazione al procedimento di mediazione (art. 12 bis).

Le altre novità introdotte dalla riforma Cartabia in tema di mediazione entreranno in vigore a partire dal prossimo 30 giugno 2023, in particolare:
–          ampliamento delle materie per le quali è obbligatorio esperire il procedimento di mediazione (associazione in partecipazione, consorzio, franchising, opera, rete, somministrazione, società di persone e subfornitura) – art. 5
–          legittimazione dell’amministratore del condominio ad attivare il procedimento di mediazione (art. 5 ter)
–          implementazione della mediazione demandata dal Giudice (art. 5 quater)
–          formazione e valutazione del Giudice in materia di mediazione con riferimento all’emanazione di ordinanze dirette a demandare la mediazione (art. 5 quinquies)

–          durata e rinnovo del termine per la mediazione (art. 6)
–          abolizione del primo incontro di programmazione “filtro” con apertura immediata della mediazione e conseguente obbligo di pagamento di un’indennità a favore dell’Organismo – onere di fissazione della prima riunione non prima di venti giorni e non oltre quaranta giorni dalla presentazione della domanda (art. 8)
–          gratuito patrocinio (art. 15 bis e seguenti)
–          regime tributario (esenzione degli accordi da imposta di registro fino ad un valore di Euro centomila – art. 17; credito di imposta a favore delle parti – art. 20.

Si allega il testo aggiornato del D. Lgs. 28\2010 con indicazione delle modifiche rispetto al testo originario per favorire la comprensione delle suddette modifiche e integrazioni normative.

E’ possibile contattare il Consiglio Direttivo dell’Organismo di Mediazione dell’Ordine al seguente indirizzo email odm.direttivo@ordineavvocaticosenza.it

D.LGS 28.2020.